Spacer
 
Home Page Servizi Proponi il tuo Immobile Info Bracciano Link Dove Siamo Contatti  
Ricerca Rapida
spacer Anguillara Sabazia
spacer ANZIO - LAVINIO
spacer Bracciano
spacer Canale Monterano
spacer capranica
spacer Cerenova
spacer Cerveteri
spacer Colleferro
spacer Fiumicino
spacer GROSSETO
spacer ISCHIA DI CASTRO ( VT )
spacer Ladispoli
spacer Manziana
spacer Oriolo Romano
spacer Roma
spacer Santa Marinella
spacer Sutri
spacer Tragliatella
spacer Trevignano Romano
spacer Vejano
spacer VETRALLA
Bottom
spacer
Notizie
» BONUS CASA 2017
» SCADENZE FISCALI 2017
» DETRAZIONE SPESE MEDIAZIONE IMMOBILIARE
» Tasse prima casa, le agevolazioni previste dalla legge di Stabilità 2016
» LEASING IMMOBILIARE
Bottom
spacer
Ricerca Immobili
Tipo Servizio
Tipo Immobile
Comune
Prezzo Max
Riferimento
Bottom
 

Servizi

Stemma Comune di BraccianoCon i suoi 270m. sul livello del mare, domina il lago con la mole imponente del suo Castello ampliato tra il 1470 ed il 1490 dagli Orsini. Le sue torri, erette tra il XII ed il XIII a guardia della Rocca dei Prefetti di Vico, passate di mano nei secoli dagli Orsini ai Torlonia ed agli Odescalchi, hanno visto scorrere pagine di storia. Bracciano VecchiaL'abitato, cinto da mura fortificate risalenti tra il XII ed il XV secolo, ha una zona d'epoca medievale (in parte restaurata recentemente), al cui centro troneggia la chiesa di S. Clemente con transetto di Santo Stefano del X-XI secolo. Leggermente più in basso, ma sempre entro le mura, si stende il borgo rinascimentale con alla sua sinistra la chiesa dei P.P: Agostiniani ed il convento di S. Maria Novella eretti nel 1584. Un largo fossato proteggeva le mura sui lati sud ed est ed una unica porta immetteva alla via Clodia. La sola via d'accesso al lago era ed è rimasta una strada tortuosa che scende lungo le falde della rocca.

Grazie anche alla presenza sul territorio di grossi insediamenti militari, Bracciano attualmente è in fase espansiva - dopo la costruzione del complesso immobiliare Ciao Italia Village, sono sorte le zone di Cinquilla e in fase di completamento la zona del Campo della Fiera vedi Bracciano 2

L'ospitalità alberghiera è buona.

I ristoranti, caratterizzati da una cucina semplice e al tempo stesso di qualità, si rivolgono ad ogni tipo di clientela. Sui bordi del lago sono presenti locali dove passare divertenti serate ammirando il panorama del lago e ovviamente del Castello. Sono presenti anche diversi campeggi, ben attrezzati e strutturalmente ben organizzati e per concludere ultimamente anche il fenomeno delle B&B sta prendendo posizione.

Confini geografici

Confina a nord con i territori dei comuni di Bassano Romano e Sutri, ad est con: Trevignano Romano ed Anguillara Sabazia, a sud con Cerveteri, ad ovest con Oriolo Romano, Manziana e Tolfa.

Il Castello Odescalchi.

Foto Bracciano

Rappresenta uno dei più imponenti esempi di architettura militare fortificata esistenti in Italia. In origine esisteva sulla sommità della collina una torre quadrata, inglobata intorno al XII sec. nella rocca costruita dalla famiglia dei Prefetti di Vico. Il Ducato venne in possesso della famiglia Orsini all'inizio del XV sec. ed intorno al 1470 Napoleone iniziò la costruzione dell'attuale castello, portata a termine da suo figlio Gentil Virginio. Un successivo restauro, voluto da Paolo Giordano I, nella seconda metà del 1500, ebbe lo scopo di adeguare la costruzione alle più potenti artiglierie. Il castello ed il borgo furono assediati invano dal figlio di papa Alessandro VI Borgia nel 1497. Nel 1696 il castello passò alla famiglia Odescalchi e, dal 1803 al 1848, alla Famiglia Torlonia, rientrando poi in possesso degli Odescalchi che ne detengono tuttora la proprietà.
L'ultimo radicale restauro fu effettuato alla fine del XIX secolo su progetto dell'arch. Raffaele Ojetti. Il castello si presenta oggi completamente arredato con mobilio antico e presenta al suo interno pregevoli affreschi risalenti al XV e XVI secolo.

Il Lago di Bracciano

Lago di Bracciano

Bacino di origine vulcanica collocato nella conca di un antico cratere, Bracciano è, per estensione, il secondo lago del Lazio. È posto ad una quota di 164 metri s.l.m. ed ha un bacino idrografico di circa 150 kmq. Si estende per 57 kmq, ha un perimetro di 31,5 km, con una lunghezza ed una larghezza massima, rispettivamente, di 9,3 km e 8,7 km. La profondità massima è di 165 m, mentre quella media è di 88,7 m.
Le acque raccolte dal bacino imbrifero e quelle di alcune sorgenti, provvedono all'alimentazione del bacino. Bracciano ha un solo emissario, il torrente Arrone, che si trova a sud est, nelle vicinanze del paese di Anguillara Sabazia, e che sfocia a mare nella zona di Maccarese. Tuttavia il deflusso delle acque attraverso il fiume Arrone non è continuo, ma avviene solo in alcuni periodi dell'anno.
Per il resto il deflusso è dovuto all'evaporazione, all'irrigazione e al rifornimento degli acquedotti, soprattutto quello Paolo.

Complessivamente il tempo di ricambio delle acque è di 137 anni.